NOI IL DEBITO NON LO PAGHIAMO .

NOI IL DEBITO NON LO PAGHIAMO , PER QUESTO DOBBIAMO FERMARLI .
.
Questo gruppo appoggia e sostiene i quesiti referendari sull'art. 18 e 8 e si batterà per la loro riuscita...
.
Sono stati da poco depositati presso la Corte di Cassazione i referendum per i diritti dei lavoratori. Rifondazione Comunista, IdV, Fiom Cgil, Pdci, Sel, Verdi, Partito del Lavoro, No Debito, La Cgil che vogliamo, Alba, …… e alcuni giuristi, assieme, hanno depositato due quesiti referendari, uno per il ripristino del precedente articolo 18 e un altro per l’abolizione dell’articolo 8 della precedente finanziaria di Berlusconi, quello che, in certe situazione, per alcune aziende, ha introdotto la facoltà dell
a contrattazione decentrata in deroga alle tutele previste dai contratti nazionali di lavoro.
L'articolo 8 della legge 138-bis Berlusconi/Tremonti e la manomissione dell'articolo 18 ad opera del governo Monti hanno costituito piena prova dell’accanimento ideologico e materiale che si è consumato contro i diritti e la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici e contro le nuove generazioni ad opera dei due ultimi governi plutocratici.
Ovunque occorre dare seguito operativo e organizzarsi per dare gambe sul territorio alla raccolta di firme necessarie ai due referendum per ripristinare protezione e dignita' a chi lavora.
Una generale e convinta mobilitazione per raccogliere le firme necessarie per conservare quegli elementi basilari di democrazia e tutela nei luoghi di lavoro che le recenti leggi hanno cancellato, puo’ diventare anche l'occasione per riproporre nel nostro paese una maggiore attenzione ai temi del valore sociale del lavoro e dell'importanza dei diritti sanciti dalla nostra costituzione ormai tanto bistrattata ad opera e/o per conto degli interessi della finanza speculativa e dei banchieri.

In preparazione dei tavoli per la raccolta delle firme che partirà ad ottobre e per tutte le motivazioni sopra accennate, bisogna iniziare un lavoro di preparazione e informazione.
.