FUNZIONALISTI

Seguendo il link, puoi leggere, ascoltare, scaricare e condividere.
http://www.spotpoint.eu/editoriali_Spot/pezzo034%20Lobby%20Popolare.htm

Desideriamo darti il benvenuto, gentile iscritto nuovo, ma anche rendere chiare alcune cose. Condanniamo l'infamia della "casta", ma non crediamo nella protesta chiassosa che si propone uguale e infruttifera già dagli anni Sessanta. Qui è gradita la pubblicazione di notizie serie, ma non urliamo, non organizziamo inutili manifestazioni di piazza, non sfoghiamo pubblicando video e appelli emotivi che, pur denunciando l'oppressione del nostro Popolo, sono solo un reiterato elenco di iniquità note ma non la strategia per la loro soluzione. Qui, insomma, non vogliamo perderci nell'improvvisazione o nell'esaltazione.
Siamo organizzati sul territorio nazionale, in base allo Statuto che t’invitiamo a leggere e promuoviamo iniziative come la "Scuola Popolare di Politica", la "FunCard", la "Lobby Popolare" e altre. Beh, se hai capito e condiviso queste prime parole, allora sei il benvenuto, diversamente dovrai prendere atto che non sei in sintonia col gruppo.
La regola sarebbe superflua se ognuno sapesse stare al proprio posto … ma gli umani sono umani.
Sul pensiero dei Funzionalisti c’è molta letteratura nell’enciclopedia, nei siti www.spotpoint.eu e www.lobbypopolare.eu e in altre pubblicazioni. Oggi, i Funzionalisti incoraggiano un patto popolare distaccato da ogni partito politico vigente e si rappresentano sul territorio tramite i dirigenti che prendono il nome di Fiduciari regionali, provinciali, comunali e Fiduciari dei Movimenti Femminile e Giovanile.
Il patto dei Funzionalisti è rivolto al Popolo di buona volontà che certo non è costituito da arroganti, maleducati e presuntuosi.
I Funzionalisti sanno dell’esistenza storica dei provocatori che oggi, nella rete telematica, sono troll; si tratta di perditempo e mercenari di partito che puntano a provocare gli emotivi. Qui, però, si vuole mostrare ogni aspetto infame dei politici, dunque, i troll provocano un’esperienza utile. In base a quanto sopra, è normale che siano cancellate delle discussioni; i saggi capiranno, invece, gli ammalati di “apparenza democratica”, vadano altrove.