Gli scrittori sperduti nell'isola che non c'è

NETIQUETTE-Il gruppo Gli Scrittori Sperduti nell'isola che non c'è nasce da un'esigenza ben precisa: capire quali siano gli strumenti migliori per gli scrittori selfpublisher o esordienti per fare autopromozione.

Facebook è una comunità immensa e da molti viene utilizzata solo ed esclusivamente per fare marketing. Per gli scrittori non dovrebbe essere così. Gli scrittori non sono un "prodotto", sono persone, creativi, sognatori, visionari magari, ma, a mio avviso, non possono essere considerati mercanzia. Quindi è necessario imparare "cosa" e "come" funziona meglio in termini di popolarità acquisita e visibilità dei propri libri, sul web in generale e su Facebook in particolare. Questo gruppo è cresciuto molto dalla sua nascita e, per rispetto ai "vecchi" e per regolamentare i "nuovi" è giunto il momento di darsi delle regole. Poche e semplici.

1) Non si può fare spamming. E per spamming intendo l'inserimento di post con link non argomentati al proprio libro, sito o blog.

2) Si può inserire un link di cui al punto "1" solo nel primo post di presentazione dell'autore. La presentazione deve essere personale, in modo che lo scrittore si faccia conoscere. Quindi non saranno accettate presentazioni fatte da terzi.

3) Si potrà altresì citare ulteriormente il proprio libro soltanto nell'ambito di specifiche tecniche di autopromozione. La condivisione di metodologie adottate o adottabili è ciò che ci interessa più di ogni altra cosa, per cui, se qualcuno ha sperimentato qualcosa con successo, sarà gradito saperne di più.

4) Le recensioni ricevute saranno apprezzate se corredate di argomentazioni relative al "come" si è giunti ad averle e quali risultati hanno prodotto.

5) I link continui e ripetuti al proprio sito senza argomentazioni non possono essere postati.

6) Non sono ammessi insulti, frasi scurrili, riferimenti di tipo politico, razziale o religioso che indichino una qualunque forma di discrimine o di violenza.

7) Saranno accolti e beneaccetti tutti i suggerimenti, iniziative, segnalazioni che possano aiutare a studiare o testare nuove strategie di autopromozione.

8) Il gruppo è aperto, per cui siete liberi di proporre qualunque cosa, purché nell'ambito degli obiettivi prefissati.

9) Sono apprezzate le partecipazioni attive. L'inattività indica un utilizzo del gruppo in modo inappropriato. Partecipate alle conversazioni, alimentatele, vivacizzatele. Siamo qui per questo, per imparare dal confronto.

10) La non osservanza di queste semplici regole mi vedrà costretta, in quanto amministratrice del gruppo, alla cancellazione di post pubblicati. I diretti interessati saranno preventivamente avvisati. Nel caso in cui l'inosservanza sia reiterata, i post saranno cancellati senza preavviso e, in situazioni estreme, si potrà procedere all'allontanamento dal gruppo. Nei casi di cui al punto "6" l'allontanamento sarà immediato e l'interessato/a sarà segnalato all'amministratore di FB.