Sei di Talenti se .

Contiguo al quartiere di Monte Sacro, è più comunemente denominato Talenti, dal nome della Tenuta della famiglia Talenti, al cui ultimo discendente, Piercarlo, è dedicata la piazza principale. Fino agli anni cinquanta il quartiere Talenti era ancora tutta campagna, animata da pastori con le loro greggi al pascolo[5].
La zona è delimitata ai quattro lati da altrettanti assi viari: via Nomentana, via della Bufalotta, via di Settebagni/via di Casal Boccone e quello, mai completato per salvaguardare il verde, di via Jacopo Sannazzaro/via della Cecchina.
È sorta e si è sviluppata a partire dalla prima metà degli anni sessanta, ed è caratterizzata prevalentemente da palazzi e condomini residenziali di livello medio-alto di altezza contenuta (al massimo di 4 o 5 piani di altezza) rivestiti in cortina, alcuni di particolare originalità architettonica, con giardini ai piani terra ed ampi balconi e terrazzi, destinati a una borghesia medio alta. Le strade sono tutte dedicate a letterati di vario genere vissuti tra l'Ottocento e la prima metà del Novecento.
Negli anni cinquanta-sessanta il quartiere aveva un servizio di trasporto pubblico privato chiamato "Sira" che durò fino al 1965. Il costo del biglietto per singolo passeggero era di £ 15[5].
A nord il quartiere è cinto dal Parco Talenti, un'area verde di notevole interesse rappresentando uno spaccato dell'Agro Romano, così come lungo la via Nomentana, da dove si accede alla Riserva naturale Valle dell'Aniene e dove, più avanti, sul lato di Casal de' Pazzi vi è il parco di Aguzzano.
Ruolo centrale per il commercio e l'aggregazione lo svolgono via Ugo Ojetti e l'adiacente largo Pugliese, luogo di snodo del trasporto pubblico locale.
Nonostante la presenza degli ex studi cinematografici della Dear, attualmente utilizzati come studi televisivi della RAI che vi registra numerosi show, tra cui il celebre "Domenica In", il quartiere è privo di strutture come teatri e cinema.
Il quartiere ospita anche la villa in cui Peppino De Filippo ha vissuto gli anni della sua maturità artistica.
L'Impresa Tudini & Talenti[modifica | modifica sorgente]
Nei primi anni quaranta esisteva una grande azienda agricola chiamata "Talenti" dal nome dello stesso titolare, Ing. Pier Carlo Talenti. Successivamente, negli anni cinquanta, l'azienda Talenti si fuse con una grande impresa stradale il cui titolare era l'Ing. Tudini; pertanto l'azienda venne chiamata "Impresa Tudini & Talenti".
Negli anni sessanta l'impresa ebbe l'autorizzazione da parte del comune di Roma di poter costruire sui propri terreni delle abitazioni nonché scuole, parchi ed altre strutture di pubblica utilità: in questo modo nacque il quartiere Talenti[5]. Fonte: Wikipedia